Tecnica di spazzolamento

Spesso ci troviamo di fronte a interi scaffali di spazzolini, essi hanno forme, colori, caratteristiche e prezzi totalmente diversi. Stesso discorso vale per i dentifrici, sono migliaia i tubetti con cui dobbiamo fare i conti e spesso la descrizione delle componenti ci risulta poco chiara! Se di fronte allo scaffale non sai cosa fare prova a leggere i nostri consigli!

SPAZZOLINO E DENTIFRICIO, FACCIAMO CHIAREZZA INSIEME!

La grande distinzione che necessariamente dobbiamo fare è tra uno spazzolino tradizionale ed uno elettrico : questi ultimi, nel recente passato, si sono sviluppati enormemente e oggi molti li preferiscono al tradizionale spazzolino manuale; ma come possiamo scegliere correttamente quale è meglio utilizzare per la nostra salute orale?

Quale spazzolino da denti utilizzare?

Spazzolino da denti tradizionale.

Gli spazzolini da denti classici differiscono tra loro per varie caratteristiche quali colore, forma e dimensioni… ma di queste la più importante è senza dubbio la durezza delle setole: possiamo trovare infatti sul mercato i nostri “compagni” di igiene orale con setole morbide, medie e dure.

Le setole morbide sono particolarmente indicate per coloro i quali soffrono di problemi come gengivite, piorrea (o parodontite) e denti sensibili, o anche semplicemente in seguito ad interventi come estrazioni dentali o cure di ascessi e cisti. Sono molto delicate e riducono notevolmente il dolore che nei casi specifici si può riferire durante lo spazzolamento.

Le setole di durezza intermedia sono le più comuni ed utilizzate, quelle che con maggiore facilità si trovano sugli scaffali di un supermercato. Perfette per le normali condizioni di igiene orale.

Le setole dure invece sono maggiormente aggressive e per tanto fortemente sconsigliate in presenza di disturbi dentali e parodontali.

Altre caratteristiche importanti sono ad esempio un’impugnatura in gomma, che impedisce lo scivolamento dalle mani durante la pulizia, ed una testina non spigolosa che in caso di contatto con le gengive non provochi dolore.

Spazzolino da denti elettrico.

Come nel caso degli spazzolini tradizionali anche tra quelli elettrici troviamo molte varianti a seconda delle setole, delle dimensioni della testina, della velocità di oscillazione, della presenza o meno di un timer che ci indichi il tempo di spazzolamento e così via. Ma è veramente più efficace lo spazzolino elettrico rispetto a quello classico manuale?

Lo spazzolino elettrico generalmente è in grado, durante il medesimo lasso di tempo, di rimuovere quasi la metà della placca in più rispetto ad uno spazzolino manuale, come riporta “Il Dentista Moderno” in uno dei suoi articoli riguardo l’igiene orale.

Tecnica di Spazzolamento

É però fondamentale integrare all’utilizzo dello spazzolino elettrico un’ottima tecnica di spazzolamento, al fine di evitare danni come l’apparizione di lesioni, recessione gengivale e carie derivanti dall’accumulo indesiderato di placca.

La corretta tecnica di spazzolamento prevede innanzitutto una durata della sessione di circa 2 minuti dedicando 30 secondi ad ogni parte della bocca. Lo spazzolino deve mantenere un’inclinazione di 45° rispetto alla superfice del dente e fare movimenti dall’alto verso il basso nell’arcata superiore e dal basso verso l’alto nell’arcata inferiore. Per raggiungere la massima efficacia di spazzolamento è necessario anche fare movimenti rotatori che distaccano la placca in modo efficace. Non dimenticare di spazzolare ogni superfice, sia quelle occlusali sia quelle interne e dedica le tue attenzioni anche alla lingua!

Vuoi sapere se hai raggiunto una buona manualità e la tua tecnica è efficace? Bene, puoi usare una pastiglietta rivelatrice di placca che ti aiuterà a capire dove è necessario spazzolare meglio e non dimenticare di cambiare il tuo spazzolino ogni tre mesi, uno spazzolino consumato perde efficacia e non ti consente di mantere un buon livello di igiene orale!

Pertanto per arrivare ad una pulizia veramente efficace non dobbiamo solamente scegliere correttamente lo spazzolino migliore per le nostre esigenze, manuale o elettrico che sia, ma anche utilizzare il metodo adeguato per far sì che i nostri sforzi non siano vani. Ovviamente i nostri esperti sono a disposizione per aiutarvi in caso di necessità e mostrarvi la tecnica migliore da utilizzare durante le operazioni di pulizia dentale!

Fonte: Il Dentista Moderno

(http://www.ildentistamoderno.com/prevenzione-della-carie-4-fattori-su-cui-agire-per-migliorare-la-rimozione-della-placca/).

Condividi su:
  • 26
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *